Calcolo-rata-mutuo.it

PRESTITI CONVENIENTI

Spesso le persone che ne hanno necessità, cercano il cosiddetto 'prestito conveniente'. Sicuramente può essere la realtà, ossia il soggetto ricerca un finanziamento con condizioni ad esso favorevoli. Il punto è che, purtroppo, si deve anche capire la tipologia di prestito di cui si ha bisogno, infatti il mondo dei prestiti è suddiviso in tantissime categorie, ad esempio i prestiti finalizzati e non finalizzati, che vengono a loro volta divisi in altri generi di finanziamento.

- Come scegliere i prestiti più convenienti?

La cosa principale da fare è avere più preventivi di prestiti convenienti da confrontare. Si potranno richiedere facilmente a finanziarie, istituti di credito, sia recandosi allo sportello, sia utilizzando la comoda opportunità dei finanziamenti proposti online da enti abilitati regolarmente. A facilitare la comparazione, ci viene in aiuto l'ISC, ossia l'indice sintetico di costo , noto in precedenza col nome di TAEG (tasso annuo effettivo globale). Ogni preventivo infatti deve necessariamente ed obbligatoriamente includere in modo chiaro l'isc o il taeg, se non lo fa, il suggerimento è diffidare di chi vi fa la proposta: questi sono gli indicatori che vi faranno capire se tra i prestiti convenienti che cercate c'è davvero il prestito più conveniente che fa per voi! Il compito dell'isc (i cui parametri sono fissati per legge) è quello di fare luce sui costi effettivi del prestito, in quanto comprende in sé sia il tasso effettivo del prestito ma anche tutte le spese accessorie. L'isc è obbligatorio per tutti i tipi di finanziamenti, prestiti, mutui o carte di credito. Ricordiamo però che alcuni costi non vengono conteggiati o previsti dall'isc (o taeg).

- Quali sono le spese incluse nei prestiti?

Le cosiddette 'spese di istruttoria', i 'costi di mediazione', le 'spese di apertura e chiusura pratica', sono eventuali oneri accessori previsti nel contratto del prestito. Non fanno parte di questi costi invece: i 'costi per imposte e bolli', le 'spese di assicurazione per rischi sulla vita e impiego'. Nella valutazione dei prestiti convenienti sarà importante verificare i costi inclusi o non inclusi nell'isc, perchè aggiungendo spese facoltative (come ad esempio l'assicurazione che non verrebbe conteggiata), si otterrebbe un risultato falsato, con un indicatore isc più basso di ciò che invece si pagherebbe nella realtà con le eventuali rate di rimborso. Queste voci di spesa, quindi, sfuggendo al calcolo isc, contribuirebbero a rendere i prestiti non più convenienti come vorremmo! Una piccola informazione in più, è quella di considerare i costi di mediazione, in genere nei prestiti più convenienti online, questa spesa viene ridotta, in quanto le pratiche via internet vengono gestite in tempi brevi e non devono passare da molti uffici o personale, semplificando la gestione interna dell'istituto di credito che erogherà il vostro prestito conveniente.

Prestiti convenienti aggiornato il 12 Aprile 2017


Vai alla home:Calcolo Rata Mutuo

prestiti convenienti