Calcolo-rata-mutuo.it

MUTUO CON CAP

Talvolta ci si chiede se è conveniente accendere un mutuo con cap. Per dare una risposta è necessario conoscere questa tipologia di mutuo, i suoi vantaggi e gli svantaggi dei mutui variabili con capped rate

- In cosa consiste il mutuo con cap?

Come già si intuisce dal nome, il mutuo con cap è una tipologia di mutuo a tasso variabile in cui l'escursione del tasso è limitata da un tetto chiamato Cap oltre il quale non può salire. Questo limite detto Cap viene mantenuto come limite unico quando i tassi sono molto bassi, in caso contrario troveremo anche un tasso limite chiamato Floor che impedirà al tasso di scendere. I due limiti saranno in grado di mantenere dei tassi regolati entro determinate percentuali.

- Quali sono i vantaggi e gli svantaggi di un mutuo con cap?

Tra i vantaggi del mutuo con cap è prioritario ricordare che la rata massima in cui potremo imbatterci nella peggior ipotesi sarà nota fin da subito. Questo sarà utile a non sorprenderci nel momento in cui il tasso non sarà proprio favorevole e quindi si saprà già a cosa far fronte nei nostri mutui con cap. Inoltre, un altro ottimo vantaggio da considerare nei mutui a tasso variabile con cap è che il tasso applicato è sempre quello più conveniente dei mutui a tasso variabile. Nonostante i vantaggi siano considerevoli, il mutuo con cap, presenta anche dei contro. Purtroppo, per tutelare il tasso massimo (cap) è necessario ricorrere ad una copertura assicurativa ed i costi di questa non sono propriamente bassi. Inoltre c'è il rischio di vedersi applicare in periodi sfavorevoli il tasso minimo, e ciò può essere un fastidio.

- Perchè sono stati creati i mutui con cap?

Nei mutui a tasso variabile può succedere di essere allettati quando la differenza rispetto al tasso fisso è superiore al 2%, ma al tempo stesso la preoccupazione di una variabilità sui tassi e quindi sull'importo della rata è senza ombra di dubbio legittima. È proprio per questo motivo che è stato introdotto il sistema dei mutui con sistema variabile con cap, per poter conservare così i vantaggi di un tasso variabile e limitare i rischi dell'altalenanza del mercato economico. Questo diventa possibile solo grazie alla necessaria assicurazione che va a rimborsare le quote dipendenti dall'eventuale superamento dei tassi oltre il tetto massimo. Fortunatamente, moltissimi sono gli istituti di credito che ormai forniscono il loro mutuo con cap con la copertura assicurativa già inclusa nel servizio. L'assicurazione verrà ad incidere di circa lo 0,60% annuo in più sui costi, ma ci garantirà di non superare il tasso stabilito. Importante è che il tasso massimo non sia di molto più alto del 6%, in tal caso sarà consigliabile valutare un tradizionale mutuo a tasso fisso, anzichè un mutuo con cap.

Mutuo con cap aggiornato il 12 Aprile 2017


Vai alla home:Calcolo Rata Mutuo

mutuo con cap